Spaesamenti
Non c'è città senza campagna

Non c’è città senza campagna

Ogni giorno, nascosta dai suoni e dalle luci della città, scompare la campagna, e con essa l’agricoltura, la cura e la manutenzione quotidiana del territorio e del paesaggio. In quasi trent’anni (1982-2010) l’Emilia Romagna, terra fertile e prospera, ha perso il 18% del suolo agricolo; un valore prossimo alla media nazionale e che sintetizza un’erosione costante...
Pisa/Quartiere Saint Gobain: tra architettura sociale e sapienza costruttiva

Pisa/Quartiere Saint Gobain: tra architettura sociale e sapienza costruttiva

Articolo di Vittorio Gimigliano A Pisa, la fabbrica Saint Gobain Chauney rappresenta una rilevante parte della storia moderna e contemporanea della città. Nel quartiere di Porta a Mare sono ancora oggi riconoscibili le geometrie degli stabilimenti del tardo ‘800. Poco più a nord, lungo la via Aurelia, fu indetto nel 1952 un concorso internazionale di progettazione urbanistica ed architettonica per la...
La gente peggiore

La gente peggiore

Articolo a cura di Vittorio Gimigliano. Bologna – Reggio Emilia Treno regionale veloce. Secondo piano vettura Rialto Interno giorno “Ma vedi che gente… Questa è la gente peggiore!” Poche parole, ma chiare. È l’affermazione di un signore cinquantenne, corpulento, affannato e sudaticcio, con un borsalino nero come copricapo, l’impermeabile da pescatore di trote, la borsa in pelle...
Rendita di posizione

Rendita di posizione

Articolo a cura di Vittorio Gimigliano. Dopo decenni di attività ininterrotta, le bancarelle di Piazza dei Miracoli traslocano. Una murata ormai perenne di Torri di Pisa in miniatura, collanine, coralli, magliette, braccialetti, cappellini, ombrelli, ammennicoli di ogni specie, un’infinità di colori e materiali, attività commerciali un tempo ambulanti, in realtà divenute ben presto stanziali, non...
Nel quadrilatero delle agroenergie

Nel quadrilatero delle agroenergie

Articolo di Vittorio Gimigliano Il paesaggio rurale è sempre stato dinamico, mutevole, nelle sue stagionalità e nelle trasformazioni di colture e di mezzi di lavoro della terra. La campagna degli anni ’50, ad esempio, era densa e parcellizzata, tanto arborea quanto coltivata. Ma è un viaggio in autostrada, un giorno di settembre, tra Piacenza, Alessandria,...
Questo sito usa cookies per migliorare l\\\'esperienza di navigazione. Cliccando su \\\"ACCETTO\\\" consenti l\\\'uso dei cookies MAGGIORI INFORMAZIONI | ACCETTO