PER INIZIARE

Il libro dei GAS
Gruppi d’acquisto solidale: come fare la spesa giusta, dalla “a” al Km Zero
di Massimo Acanfora
Altraeconomia

04_LIBRO_DEI_GAS

I gruppi d’acquisto solidali o Gas sono una rivoluzione silenziosa -scoppiata 20 anni fa- che ha cambiato per sempre il modo di fare la spesa di centinaia di migliaia di persone.
Questo libro spiega in modo semplice e concreto che cosa sono i Gas e come funzionano, quali prodotti è possibile acquistare collettivamente -alimentari e non solo-, quali sono i criteri di scelta dei produttori, come organizzare gli “ordini” e le consegne.
“Il libro dei Gas” racconta che cosa fa la differenza tra il contadino che ci mette le mani e la faccia e il nostro solito supermercato: parole chiave come fiducia, relazione, vendita diretta, filiera corta, chilometro zero, agricoltura biologica, rispetto della terra, biodiversità; riporta i numeri della ricerca “Dentro il capitale delle relazioni” dell’Università di Bergamo; pubblica per la prima volta le parole della storica “Lettera ai Gas del Nord” di Roberto, agricoltore siciliano; raccoglie le testimonianze e gli interventi di alcuni tra i maggiori esperti di economia solidale in Italia, dalla nascita del primo Gas italiano ai progetti più innovativi.
Gli acquisti collettivi possono cambiare il mondo: questo libro spiega come farlo, qui e ora!

info e acquisto

 

 

PER INIZIARE

L’altra spesa
Consumare come il mercato non vorrebbe
di Michele Bernelli, Giancarlo Marini
Edizioni Ambiente

01_ALTRA_SPESA

Ogni volta che compri, voti. È questo il filo che lega insieme le diverse pratiche di consumo critico in Italia, che trovano nei GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale, la loro espressione oggi più conosciuta e originale. A rendere unica questa esperienza tutta italiana, che ha le sue radici nell’associazionismo, è quella S finale che mette la solidarietà prima di tutto, anche del risparmio. Solidarietà con i fornitori e con i piccoli produttori biologici strozzati dai grossisti, ma anche all’interno del gruppo, dove ci si dividono compiti e organizzazione. È un movimento cresciuto fuori dai modelli tradizionali, senza una struttura decisionale accentrata, ma che in rete si scambia idee e suggerimenti, lancia progetti e affronta le contraddizioni. Negli anni l’altra spesa dei GAS è cresciuta, sono nate esperienze di coproduzione per proteggere la biodiversità, il paniere si è allargato ad abbigliamento e servizi, si progettano i DES, i Distretti di Economia Solidale, dove far confluire tutte le realtà di consumo critico sul territorio. È una sfida tutta da conoscere, facile da praticare. Il libro la racconta mettendo in fila storie, temi e punti di vista di chi ci ha provato. E risponde alle curiosità di chi ci vuol provare.

info e acquisto (anche ebook)

 

 

PER APPROFONDIRE

Il capitale delle relazioni
Come creare e organizzare gruppi d’acquisto e altre reti di economia solidale, in cinquanta storie esemplari
A cura de Il Tavolo per la Rete italiana di economia solidale. Il libro raccoglie i contributi di 35 autori.
Altraeconomia

02_CAPITAEL_REL

In Italia sono ormai un migliaio i “gruppi d’acquisto solidali”: persone che fanno la spesa insieme, scegliendo prodotti “etici” e creando relazioni di fiducia con chi li produce. Ma i Gas sono solo la “rete” più nota: questo libro è una straordinaria raccolta di esperienze di “reti di economia solidale”, un movimento che si batte per trasformare l’attuale sistema e per una nuova economia, che abbia per base il “capitale delle relazioni”. Come avviare allora un Gas nel proprio condominio o ufficio, come progettare una “filiera corta” insieme al contadino del campo accanto, “saltando” gli intermediari? Quali sono gli strumenti essenziali per passare dai grandi centri commerciali a una “Piccola Distribuzione Organizzata”, e quali semplici passi muovere per organizzare nella propria città una fiera del consumo critico e sostenibile? Come formarsi e informarsi e soprattutto come “mettere in rete” queste iniziative, con l’obiettivo di costituire sul proprio territorio un vero e proprio “Distretto di economia solidale”? Uno sguardo concreto sull’economia delle relazioni in Italia.

info e acquisto

 

 

Un’economia nuova, dai Gas alla zeta 
L’economia solidale e le sue reti: Gruppi d’acquisto solidali, Distretti di economia solidale, filiere corte. Per cambiare il sistema economico con le relazioni e il consumo critico

A cura del Tavolo per la Rete italiana di Economia Solidale. Il libro raccoglie i contributi di 50 autori, espressione attiva del “movimento”.
Altraeconomia

03_GASZETA

Ogni rete è illuminata: la prima ricerca organica sui Gruppi di acquisto solidali lombardi, “Dentro il capitale delle relazioni”

L’economia solidale ha la forma di una “rete”: questo libro racconta i “nodi” di un movimento – concreto nelle azioni, politico nelle riflessioni – che si batte per cambiare l’attuale sistema e creare una nuova economia, che abbia come proprio “capitale” le relazioni e un consumo più responsabile.
Sono migliaia le esperienze, ormai diffuse in tutta Italia:
• I Gruppi di acquisto solidali sono la “base” dell’economia solidale: persone che “fanno la spesa” insieme, scegliendo prodotti etici e creando relazioni di fiducia con i produttori.
• Le filiere corte coinvolgono i cittadini e il contadino del campo accanto, per “saltare” gli intemediari e la Gdo.
• La Piccola distribuzione organizzata consente a produttori e consumatori d’incontrarsi in modo più sostenibile e diretto.
• I Distretti di economia solidale sono le reti locali, ormai decine in Italia, dove si annodano i fili di queste esperienze.
• La finanza etica è il volano che con il risparmio solidale sostiene “piccole opere” e progetti di economia solidale.
info e acquisto