Si parla molto nei dibattiti tra economisti di crescita e decrescita, le variabili sono tante e spesso si rischia di prendere delle posizioni che, direttamente o indirettamente, possono influenzare la vita di molte persone e tante famiglie.
In quest’ultimo periodo dell’anno, si mette in moto la frenesia degli acquisti natalizi, non sono nelle nostre terre.
Sarebbe semplicistico dire che tutto il mondo è paese, ma si può anche ribaltare il concetto:
TANTI PAESI FANNO IL MONDO.
Mi sento di esprimere un pensiero di Solidarietà, verso alcune persone che lavorano nella categoria dei servizi, comunemente detto terziario.

I lavoratori della Ryan Air, sono stati minacciati dalla direzione della Compagnia, gli hanno detto che se avessero fatto sciopero (per chiedere condizioni di lavoro migliori) ci sarebbero state pesanti conseguenze.
Di fronte all’indignazione pubblica, hanno dovuto recedere dalle intenzioni.
Quando prenotiamo un aereo per i nostri viaggi, bisogna ricordarsi anche di questo.

aereo

I lavoratori di Amazon, hanno scioperato il 24 novembre, quando i media parlavano del black friday (febbre da consumismo), per chiedere condizioni di lavoro migliori ad una azienda che fa utili da capogiro.
Quando acquistiamo qualcosa on-line, bisogna ricordarsi anche di questo.

pacco

I lavoratori della Grande Distribuzione Organizzata e cooperativa (le grandi catene di supermercati e ipermercati) sciopereranno venerdì 22 dicembre, per chiedere attraverso il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, delle condizioni migliori di lavoro, rispetto alle attuali.
Per rendere effettiva la Solidarietà, bisogna astenersi dalla spesa in quella giornata.
Basta fare la spesa il giorno prima o il giorno dopo.

carrello

La scelta Solidale e Consapevole è quella di di essere sempre da una parte sola, quella dei lavoratori.

Queste parole sono state pronunciate nel 1969 da Giacomo Brodolini, ministro del Lavoro e già vicesegretario nazionale della CGIL, fu tra i principali sostenitori dello Statuto dei Lavoratori, che divenne legge nel 1970.
Brodolini morì prematuramente, l’anno prima dell’approvazione.