Il Pane Solidale nasce da un’idea del GAS Nocciolo di Montecchio Emilia, insieme al Panificio Fantuzzi di Villa Aiola e alla cooperativa L’Ovile, che ci ha messo la farina.
Nasce da un esigenza di mangiare buono e naturale, la farina è di grani antichi coltivati nei campi di Sabbione e nel cortile del Carcere di Reggio Emilia, poi il maestro panificatore Davide ci mette acqua e lievito madre.
Attraverso questo si crea lavoro per persone in difficoltà, favorendo il recupero e il reinserimento sociale.
Il GAS acquista il pane dal panificio, secondo un prezzo costruito insieme, poi lo “rivende” agli stessi Gasisti con un piccolo ricarico, eliminando il problema del resto in moneta.
Con questi resti è stato creato un fondo di solidarietà ed è stato deciso di contribuire alla ricostruzione della sede Avis di Amatrice, distrutta dal sisma di Agosto 2016.
avis-amatrice
Il contatto è nato attraverso la sezione Avis di Montecchio Emilia, che ha contribuito a finanziare l’acquisto di una Autoemoteca, attrezzata per il prelievo e la conservazione del sangue umano destinato a usi medici,  per la sezione Avis di Amatrice, inaugurata il 30 aprile 2017.
Da Montecchio ad Amatrice, la solidarietà vive e cammina attraverso la volontà delle persone.
avis-amatrice2
GAS Il Nocciolo sito
Coop. sociale L’Ovile sito fb
Panificio Fantuzzi sito fbmappa
Avis Montecchio Emilia sitofb
Avis Amatrice sito fb