Da sabato 1 aprile al Mercato Contadino, in piazza Fontanesi a Reggio Emilia, è tornato il banchetto Semiliberi.

Il progetto della Cooperativa L’Ovile realizzato in collaborazione con l’amministrazione penitenziaria che ha lo scopo di costruire, attraverso il lavoro, percorsi di reinserimento sociale dal carcere. Nel progetto sono coinvolti alcuni detenuti a fine pena nella coltivazione di tre ettari di terreno all’interno del carcere. Il raccolto oltre ad essere venduto al mercato, viene anche utilizzato per la produzione di marmellate e conserve.

semiliberi-2w

Oltre a Semiliberi agricolo il progetto è composto anche da Semiliberi falegnameria, un laboratorio di lavorazione del legno all’interno delle mura del carcere, dove è nato il nuovo arredo del banco del Sabato.

Semiliberi è una scommessa di rigenerazione umana che propone a chi ha sbagliato l’opportunità di dimostrare a sé e agli altri che cambiare si può.

 

Per maggiori info:

fbmappa