Facile dire “finché c’è la salute”, ma il diritto alla salute è garantito davvero a tutti, indipendentemente dal paese di origine? Viene rispettato l’Accordo Stato-Regioni che stabilisce le “indicazioni per la corretta applicazione della normativa per l’assistenza sanitaria alla popolazione straniera”?

Com’è la situazione a Reggio Emilia, comune con la percentuale più elevata, a livello regionale, di stranieri residenti con meno di 14 anni?

L’Associazione Città Migrante e il Gruppo Emergency di Reggio Emilia ci invitano a partecipare al presidio che si terrà sabato 9 novembre alle ore 10 al Padiglione Tanzi, in via Amendola 2.
Partecipare per informarsi e per ribadire che la salute è un diritto universale. Da garantire a tutte e tutti.

Per indispensabili approfondimenti cittamigrante.noblogs.org