Se hai sentito parlare dei Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.) e ti piacerebbe aprirne uno, sei nel posto giusto.

Questa miniguida ti aiuta a compiere i primi passi per costituire un G.A.S. grazie ai consigli di coloro che ne fanno già parte.

COMINCIAMO SUBITO

 

Mossa numero 1: Coinvolgi altre persone

Coinvolgi altre persone

Per iniziare basta essere in 4 o 5: molti G.A.S. sono partiti proprio così.

 
icon

Se ti interessa effettuare acquisti da produttori locali, a filiera corta e sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale parlane con amici o conoscenti.
Possono essere persone del tuo condominio, oppure famiglie incontrate in parrocchia, ma anche i colleghi di lavoro, le compagne della squadra di pallavolo, gli amici del circolo...


Se qualcuno sembra interessato sei già pronto per la seconda mossa.

 

Mossa numero 2: Convocate un'incontro per parlarne

Convocate un incontro per parlarne

Dal momento che vi trovate siete già un GRUPPO.

 

Per lo più i G.A.S. nascono come gruppi informali. Vi basterà scegliere un nominativo che vi distingua. Se invece fate parte di un’associazione già costituita, no problem: il G.A.S. si integra tra le attività che già svolgete.

Per capire un po’ meglio cos’è e come funziona un G.A.S. sono disponibili tantissime fonti: pubblicazioni, documenti online, video e siti web.
Ecco il nostro consiglio per andare al sodo:

 

Per prima cosa leggetevi il documento "G.A.S. - un modo diverso di fare la spesa". In poche pagine sono riassunti i principi e le modalità operative di un G.A.S. Per cominciare basta e avanza.

Per approfondire ecco una gustosa lettura. Questo libro spiega in modo semplice e concreto che cosa sono i Gas, come funzionano gli acquisti collettivi, come organizzare gli ordini e le consegne.

Intanto guardatevi intorno: per rimanere aggiornati su quanto succede nel nostro territorio visitate il sito del Distretto di Economia Solidale di Reggio Emilia.

 

Formato il gruppo e capito di cosa si tratta è ora di provare ad acquistare. Con la terza mossa inizia la fase operativa.

 

Mossa numero 3: Per cominciare stabilite cosa acquistare

Per cominciare stabilite cosa acquistare

La pasta o il miele? La verdura fresca, o le uova? La birra o il formaggio?

team-member
Scegliete i prodotti

Innanzi tutto scegliete i prodotti di cui volete approvvigionarvi da subito, secondo le preferenze del gruppo.

team-member
Consultate la lista

Per orientarvi potete consultare la lista dei produttori che forniscono gli altri G.A.S. del territorio.
Scarica il PDF

team-member
Suddividete i compiti

Suddividete i compiti. Ognuno si prenderà in carico la gestione di un prodotto: ecco, avete già nominato i cosidetti "referenti"

 

La prima riunione è finita e siete già a metà dell’opera. Il più è fatto, ma probabilmente rimane ancora qualche dubbio da sciogliere. Niente paura, con la quarta mossa tutto si chiarisce.

 

Mossa numero 4: Gli altri G.A.S. vi danno una mano

Gli altri G.A.S. vi danno una mano

Se avete bisogno inviateci un’email.

 

Giunti a questo punto probabilmente vi sarete già fatti alcune domande:

 
 
QUANTO TEMPO mi impegna il G.A.S.?
QUANTO TEMPO
mi impegna il G.A.S.?
Come si gestisce UN ORDINE?
Come si gestisce
UN ORDINE?
Come funziona LA DISTRIBUZIONE?
Come funziona
LA DISTRIBUZIONE?
Come si effettuano I PAGAMENTI?
Come si effettuano
I PAGAMENTI?
Ma poi, SI RISPARMIA?
Ma poi,
SI RISPARMIA?
 
 

Cliccando qui potrete trovare alcune risposte. Ma in questi casi un colloquio diretto con GASISTI già attivi è la soluzione più comoda ed efficace. I G.A.S. sono in rete tra loro proprio per scambiarsi informazioni e consigli.

Per entrare in contatto con persone appartenenti ai G.A.S. della nostra provincia scrivete a:

des.reggioemilia@gmail.com

 
 

Ormai sapete quanto basta, non rimane che provare.

 

Mossa numero 5: Il primo ordine

Il primo ordine

La filiera cortissima dei G.A.S.

  • La visita

    LA VISITA

    Contattate il primo produttore e andate a trovarlo. Fatevi raccontare come produce, la sua storia e i progetti che ha. Conoscere le persone è importante: si imparano un sacco di cose, si passa qualche ora insieme in modo diverso e alla fine anche i bambini si sono divertiti. Per questo si chiama "economia delle relazioni".
    Guarda le foto di alcune visite ai produttori locali.

  • La visita

    IL PREZZO GIUSTO

    Durante la visita si stabiliscono anche gli accordi: il listino prezzi, le quantità minime, modi e tempi per la consegna.

  • La visita

    L'ORDINE

    Tornati a casa il referente può aprire l’ordine con pochi click: il Distretto di Economia Solidale mette infatti a disposizione iGruppi, un software dedicato per gestire gli ordini online in modo semplice.
    Clicca qui per provare la versione demo.

  • La visita

    LA DISTRIBUZIONE

    Nel giro di qualche giorno il produttore consegna la merce: chi ha ordinato si reca dal referente per il ritiro. Durante la consegna si approffitta per far quattro chiacchiere, a volte ci scappa un bicchiere di vino: insomma una cosa un po’ diversa da carrello e salvatempo!

     

    Complimenti, il vostro Gruppo d’Acquisto Solidale è operativo.
    Registratelo sul sito www.retegas.org che ne raccoglie più di 1000.

     

Logo Apri un GAS in 5 mosse

Un progetto del G.A.S. "Le Giare" aderente al Distretto di Economia Solidale di Reggio Emilia e realizzato col contributo del Comune di Reggio Emilia, nell’ambito de "I Reggiani per Esempio 2014"


Info e contatti:

 

Email

Sito web

Facebook

Twitter

 
 

Logo DES

 

Logo RPE